Camminare fa bene
Blog

CAMMINARE FA BENE

Tempo di lettura: 3 minuti

Si sa, camminare fa bene, ci si tiene in movimento, ci si rilassa. Camminare massaggia i nostri organi interni, fa bene ai nostri piedi, ci mantiene in forma, fa bene al cuore, ai polmoni, diminuisce lo stress, fa dormire meglio. Non ci sono controindicazioni e non ci sono dubbi: camminare fa bene!

Ma io, perché cammino?

Camminare mi fa sentire viva.

Mi sento viva quando mi manca il fiato in salita e sento il mio corpo che si scalda, mi sento viva quando mi lascio sorprendere dalla natura, mi sento viva quando anch’io, come tutti, chiedo “quanto manca?”, mi sento viva quando, la sera, sento la stanchezza della giornata passata in cammino.

Il cammino mi fa sentire viva e la lentezza del cammino, contrapposta alla frenesia della vita quotidiana mi fa godere ogni momento.

In un suo libro Erling Kagge dice

“La vita dura di più quando cammini”

Cammino, tempo e spazio

Camminare dilata ogni attimo”, sono d’accordo con lui: camminare dà un altro senso al tempo, lo rallenta. Sappiamo che non possiamo fermare il tempo, ma con il cammino, lo “allarghiamo”, lo dilatiamo e lo abbracciamo in maniera differente.

Non solo il tempo assume un altra forma, ma anche gli spazi cambiano, una distanza percorsa in macchina, in cammino sarà percepita in maniera totalmente diversa. I paesaggi si trasformano in modo graduale e camminando abbiamo il tempo di farci amicizia e sentirli nostri.

Camminare dà un senso di libertà. Possiamo anche abbinare la camminata al “digital detox”, disconnettendoci finalmente dal resto del mondo e riconnettendoci a noi stessi, alla natura e ai nostri eventuali compagni di viaggio.

La connessione avviene poi con tutti gli altri camminatori che si incrociano sui sentieri; in natura ci si saluta sempre, si condivide sempre un sorriso, accorciando finalmente le distanze tra noi esseri umani.

L’homo sapiens prima ha imparato a camminare, poi ad accendere un fuoco e a parlare; il nostro bisogno di camminare è ancestrale. Ma cosa c’è di più ancestrale del camminare?

Camminare in natura

La natura! Siamo geneticamente predisposti a vivere bene in ambienti naturali: il contatto con la natura

  • abbassa la concentrazione dell’ormone dello stress,
  • schiarisce la mente,
  • aiuta a riflettere,
  • aumenta la capacità di risolvere problemi
  • aumenta la creatività,
  • fortifica le difese immunitarie.

E piano piano ho voluto approfondire le conoscenze di questi benefici, perché certe cose le percepisci, le senti: il tuo corpo e il tuo inconscio le capiscono, e la tua mente a volte vuole saperne di più.

Così ho scoperto che gli alberi sono molto di più di ciò che vedo, che non mi regalano solo l’ossigeno, ma tanto altro.

Il bosco è interconnesso: gli alberi comunicano tra loro tramite il sistema radicale, con un intreccio di radici, funghi, piccoli schiocchi inarrivabili al nostro orecchio, ma non è l’unico modo. La comunicazione avviene anche tramite molecole nell’aria che vengono captate dagli insetti, ma anche da noi! Ebbene sì, queste molecole (terpeni) arrivano al nostro sistema immunitario, che si potenzia.

Pensate che 2 o 3 giorni nel bosco, fanno aumentare le cellule killer naturali prodotte dal nostro sistema immunitario e questi benefici perdurano per ben un mese.

Il bosco poi riduce le sensazioni di paura, rabbia e depressione. È sufficiente una giornata di bosco per ridurre del 50%  il cortisolo e l’adrenalina, i cosiddetti ormoni dello stress.

Camminare in gruppo

Camminare in gruppo è entusiasmante. Quando siamo in gruppo, in cammino nella natura piano piano ci spogliamo delle nostre maschere, a volte escono delle nostre paure, a volte invece ci scopriamo più coraggiosi e forti di come pensavamo di essere.

A volte diventa una sfida personale, a volte pensiamo di non farcela, ma tutte le volte torniamo a casa con qualcosa in più: un amico, una nuova consapevolezza di noi stessi, una piccola sfida vinta o un tramonto mozzafiato impresso nella mente. A volte torniamo a casa anche con una vescica, le gambe doloranti, un po’ di stanchezza, ma sicuramente anche quelle volte abbiamo imparato qualcosa.

Camminare fa bene a tutti. Puoi andarci da solo, con amici, puoi fare giorni in cammino e macinare decine di km o puoi goderti la lentezza e gustarti ogni singolo passo nel bosco dietro casa. Puoi comprarti delle super scarpe ultimo modello o andare a piedi nudi, non ci sono regole per il TUO cammino.

Rispetta te stesso e ciò che ti circonda e inizia a camminare. Alla fine ogni cammino è sempre una piccola sfida con te stesso.

Visita i nostri percorsi di FORMAZIONE IN CAMMINO

Articolo a cura di Alice Caciorgna (Guida Ambientale) per DDNstudio

DEBORA DE NUZZO - DDN Founder Progettista e Formatrice, esperta di Salute, Sicurezza e Benessere aziendale. Supporta imprenditori, manager, dipendenti, hr di grandi aziende a migliorare loro stessi, i loro team e di conseguenza le performance e la produttività aziendale.

One Comment

  • Ermanna Manzoni

    Questo articolo trasmette un grande entusiasmo, fa venire voglia di camminare con la persona che l’ha scritto. Camminare rende la vita migliore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *